Leonardo.it
IsayBlog

A Siena è tempo di Palio: ecco il programma

Sono 17 le contrade che parteciperanno al Palio di Siena il prossimo 16 agosto. Seguite anche i nostri consigli

di Giusy Scibelli 8 agosto 2012 17:23
Programma Palio di Siena

Manca poco al celebre Palio dell’Assunta che ogni anno si tiene nella città di Siena e attira l’attenzione di un elevato numero di visitatori. La corsa, nota per tradizione come “Carriera“, in realtà dura pochi minuti ma costituisce un evento che affascina da tempo immemore. E allora perchè non organizzarsi e programmare un weekend a Siena: oltre al Palio la città ha tanto da vedere.

Un evento, quello del Palio, che ricoprirà tutta la giornata del 16  agosto, a partire dalle 8 del mattino quando verrà celebrata, nella Cappella adiacente al Palazzo Comunale la cosiddetta “messa del fantino”. A seguire si prosegue con l’ultima prova della corsa equestre, anche nota come “provaccia” date le scarso impegno energico che si versa in quest’ultima corsa precedente alla vera gara, che si terrà la sera. Alle 10.30, al Palazzo Comunale e in presenza del Sindaco di Siena, si procede con la “segnatura dei fantini”. Attorno alle 15, presso gli oratori delle diverse contrade partecipanti alla competizione, vengono benedetti i cavalli e, nel frattempo, gli sbandieratori procedono per le vie del paese fino a raggiungere Piazza del Campo. Pressocchè alle 17 anche il Corteo Storico raggiunge la Piazza e da lì, con un colpo di mortaretto, si dà il via alla gara equestre. Di lì a poco la corsa dura davvero poco, ma questo breve lasso di tempo tiene col fiato sospeso tutti gli spettatori e i contradaioli; per questi ultimi il Palio va in scena il 16 agosto, certo, ma dura tutto l’anno.

Lo stesso turista, che decide di avvicinarsi ad una tradizione secolare come quella del Palio, deve comunque seguire alcune piccole e semplici regole.
Cose da non fare:
1) non fotografare i cavalli con il flash per evitare di innervosirli; 2) non disturbare (voce alta, telefonino, risate) durante le cerimonie ufficiali delle contrade; 3) non toccare i cavalli; 4) non indossare cappelli, magliette e fazzoletti di una contrada ed entrare spavaldi nella contrada nemica; 5) se si assiste dal vivo al Palio, non sporgersi mai dalla balaustra per fotografare o riprendere.
Cose da fare: 
1) se riuscirete a seguire il Palio dalla pazzia, vi consigliamo di portare sempre un cappello; 2) lasciatevi liberi da oggetti ingombranti; 3) avere sempre qualce provvista d’acqua e cibo con sè; 4) evitate di portare bimbi troppo piccoli, il palio non è un ambiente consigliatissimo per loro; 5) cercate sempre di evitare di andare “controcorrente” ai flussi di folla.

14 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti