Conoscere Lisbona in 3 modi diversi

A piedi, in tram o in bicicletta: i percorsi e gli itinerari interessanti da seguire se vi trovate nella "città del profumo"

di Giusy Scibelli 9 agosto 2012 18:09

Cheira bem, cheira a Lisboa” (che buon profumo, profumo di Lisbona) cantava Amalia Rodriguez. Lisbona è una città dal fascino estremo, città d’arte e cultura ma anche città allegra e gioiosa. La capitale del Portogallo può essere raccontata attraverso i suoi molteplici volti e può essere scoperta in tante, diverse, modalità. Potrete sceglierla di girarla a piedi, in bicicletta o con il tram. Noi vi proponiamo i diversi itinerari da seguire a seconda di quale sia la modalità a voi più gradita.

 Camminare a Lisbona.
Il più semplice modo per spostarsi è ovviamente a piedi. Il tempo sarà scandito lentamente dai vostri passi che attraversano le vie della città, passando su e giù per le sette colline, concedendovi frequenti pause in cui guardarvi attorno e percepire il fascino dei luoghi. Dovreste fermarvi ai diversi belvedere: Graça, Senhora do Monte, Santa Luzia, Castelo de São Jorge o São Pedro de Alcântara, dai quali godrete di un magnifico panorama mozzafiato. Durante le vostre passeggiate lasciatevi incantare dai magnifici riflessi di luce sulle facciate delle dimore decorate con le tipiche piastrelle colorate, le azulejos. Per riposarvi, anche solo per un’ora, concedetevi una visita presso uno dei giardini di Lisbona, come per esempio ardim da Estrela” e il Jardim Botânico della Facoltà di Scienze, il Giardino Botanico di Ajuda o il Giardino delle Onde, al Parque das Nações.

Lisbona by tram.
Uno dei mezzi migliori con cui muoversi a Lisbona, se proprio le lunghe camminate non sono per voi, è il tram. Il tram 28 di Lisbona, in particolare, è quasi simbolico perchè conduce in uno dei luoghi chiave della città. Il percorso prevede la partenza da Martim Moniz, e il passaggio attraverso il  quartiere Graça, per raggiungere il Monastero di São Vicente de Fora, degno di una visita a parte. Dietro al monastero vi è il Campo di Santa Clara che ospita, ogni martedì e sabato, un mercatino delle pulci molto vivace e rifornitissimo. Il tram percorre ancora il cuore di Lisbona, in direzione Alfama, passando per alcune delle piazze e delle vie più belle, come Rua das Escolas Gerais e Largo das Portas do Sol, e per alcuni dei monumenti più importanti, quali la Chiesa di Sant’Antonio, la statua del poeta Fernando Pessoa e l’edificio dell’Assembleia da República (Parlamento).

Pedalando a Lisbona.
Attraversare la città in biciclett è un altro sano, divertente, ecologico modo di conoscere a fondo il fascino di questa città. Lisbona infatti gode di una buona rete di piste ciclabili da percorrere ammirando le numerose bellezze del centro. Uno dei percorsi da seguire è sicuramente è quello della zona nella riva del fiume,  da Belèm a Cais do Sodrè, il quale svela l’anima antica della città, quella risalente al XVI secolo. Per passare poi al XXI secolo basta invece seguire il percorso della pista del Parque da Nações, sempre nelle vicinanze del fiume Tago, attraverso cui si raggiunge l’anima più contemporanea di Lisbona. Tra gli edifici più recenti vi sono il Padiglione del Portogallo (Pavilhão de Portugal) e l’edificio dell’Oceanário.
L’ultimo itinerario è quello lungo la pista ciclabile di Entrecampos che conduce fino allo spazio verde più importante della città, il Giardino di Campo Grande.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti