Leonardo.it
IsayBlog

Un weekend nella città di Oporto: ecco cosa vedere

La seconda città del Portogallo: ecco a voi Oporto, ideale anche solo per un finesettimana. Noi vi consigliamo cosa vedere

di Giusy Scibelli 10 maggio 2012 20:47
oporto

Oporto, anche nota come Porto, costituisce un’ottima meta per i tanto collocabili city-break che ci consentono di rompere la routine di una settimana con un intero weekend dedicato alla scoperta di una qualche città, ovviamente anche estera. Il tutto senza spendere un capitale, anche perchè vi sono alcune compagnie low cost che coprono la tratta dall’Italia.
Oporto è la seconda città del Portogallo, è vicina all’Oceano Atlantico ed è sita sul fiume Douro. Altresì detta “A capital do norte” (“la capitale del Nord”), è il centro più industrializzato del Paese.

Il centro storico è oggi sotto tutela dell’Unesco come Patrimonio dell’Umanità, oltre a consistere nel vero e proprio fulcro commerciale della città. Ovviamente se visiterete Oporto non potrete non passare attraverso la sua strada principale, Avenida dos Aliados, strada in perfetto stile ottocentesco, che pullula di locali caratteristici e curiosi, oltre che negozi in cui si vendono i prodotti tipici del luogo e tra questi il bacalao, il gustosissimo baccalà. Come tutte le città una delle principali piazze è quella presso cui è sito il Municipio (che ha sede nella torre Paços do Concelho), Praça da Libertade. I fanatici dello shopping non possono ovviamente saltare la visita a Rua de Santa Catarina, la principale strada pedonale presente in città.

Se avete voglia di vedere dove i cittadini sono soliti incontrarsi e stare assieme fate un salto alla vivace La Ribeira, lungo le rive del lago; altro luogo di interesse turistico culturale risulta invece il Mosteiro da Serra do Pilar, un monastero risalente al XVII secolo. Un qualcosa di veramente particolare e unico, non a caso anch’esso classificato come patrimonio nazionale, è la libreria Livraria Lello e Irmao (in Rua dos Carmelitas, 144): l’edificio è neogotico con vetrate colorate sul soffitto. Ovviamente se vi trovate a cena in qualche ristorante del luogo chiedete il famoso Vino Porto, la cui produzione deriva dalle uve della Valle del Douro.

21 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti