Week end di stelle cadenti

Comete e piogge di meteoriti: tutto in questo week end

di Monia Ruggieri 19 ottobre 2012 11:53

Sono estremamente romantiche. Quante di voi non hanno sognato di trascorrere una notte intera sdraiati su un prato o un campo a guardare, abbracciati al vostro uomo, il cielo stellato e le classiche stelle cadenti di metà estate? Vi siete perse quelle di agosto? Niente paura, potete recuperare. Ebbene, il 20 e il 21 ottobre saranno due serata uniche per quanto riguarda il suggestivo fenomeno delle stelle cadenti. 

Infatti dovreste stare tutti con il naso all’insù proprio sabato e domenica notte per osservare uno degli spettacoli celesti più belli dell’anno: le Orionidi. Questi consistono in pratica nella coda di stelle cadenti che seguono l’orbita della famosa e ormai nota cometa Halley (Anche Irene Grandi l’ha pubblicizzata in una sua canzone!). La cometa attraverserà la volta celeste, così come accade ogni 75 o 76 anni, proprio durante questo week end e lo sciame d meteoriti che si lascerà dietro, ci regalerà la possibilità di ammirare questo suggestivo fenomeno e di esprimere moltissimi desideri. Questa particolare combinazione, inoltre, viene favorita dal cielo sereno e alla luna in fase crescente. Si tratta non soltanto di una delle piogge meteoriche più intense, ma anche di quelle più luminose.

Il momento clou, cioè quello che ci permette un avvistamento maggiore, è stato individuato nelle ore 00:00 di sabato 20 ottobre, ma le stelle cadenti potranno essere osservate sia nei giorni precedenti che in quelli successivi. Niente telescopio, dunque, lo spettacolo sarà visibile ad occhio nudo. L’unica prerogativa è quella di scegliere un luogo poco luminoso e di avere pazienza, certamente le stelle cadenti non si faranno attendere.

E se non volete perdere i prossimi fenomeni celesti, la Nasa ha ideato un’app particolare che vi permetterà di avere dati precisi sulle stelle cadenti, con tante informazioni precise e i luoghi e le date sui fenomeni più interessanti. Parola di Bill Coke,  capo del Meteoroid Environment Office del centro Marshall Space Flight Center.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti