Week end economico in Italia

Sul podio Perugia, Palermo e Napoli. La più cara è Venezia.

di Monia Ruggieri 4 ottobre 2012 15:01

Mettendo da parte per un attimo il discorso della crisi, è opportuno ricordare che è possibile regalarsi un piacevole week end anche in terra Italiana. Questo perché il nostro Belpaese è ricco di perle e, anche se viaggiare all’estero può essere allettante, l’ideale è ammirare prima tutto quello che l’Italia ha da offrire, ed è tanto. Se poi ci aggiungiamo anche la crisi economica, il gioco è fatto: ecco che TripAdvisor, sito leader dei viaggi e delle vacanze online, ha stilato una sorta di classifica circa le città italiane più economiche per potersi regalare un week end autunnale senza mandare in rosso il conto in banca.

Perugia, che proprio nei prossimi giorni diventerà meta di golosi e appassionati di cioccolato grazie all’Eurochocolate, è la città più conveniente tra le 14 città italiane prese in esame dal sito stesso. Infatti è possibile trascorrere un week end nella città del cioccolato al modico prezzo di 146 euro circa. Decisamente all’opposto, Venezia, definita ancora una volta come la città italiana più cara. Infatti per trascorrere un fine settimana nella città della Mostra del cinema occorre spendere 358 euro circa, più del doppio rispetto a Perugia.

Lorenzo Brufani portavoce di TripAdvisor per l’Italia, ha dichiarato in merito:

“Con l’autunno alle porte molti Italiani si preparano a godersi un week end per concedersi un break in alcune delle più celebri città italiane”

Da tener presente, comunque, che i costi in questione comprendono un cocktail pre pasto, un pasto, taxi e una notte in hotel nei mesi di settembre e ottobre 2012 per due persone.

Al centro sud, comunque, si trovano le città più economiche per una gita fuori porta, come ad esempio Palermo, Napoli, che hanno “acciuffato” la seconda e la terza posizione. Milano, Roma, Sorrento e Firenze sono, invece, le città più care, subito dopo Venezia.

A voi la scelta dunque…

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti