I 5 caffè letterari più belli del mondo (FOTO)

Ecco dove si riunivano i più grandi letterati del 19° e 20° secolo, ora mete di assedio dei turisti di tutto il mondo.

di Simona Vitale 29 Novembre 2013 13:11

3. Café Central, Vienna

Cafè central Vienna

Nonostante le strade, gli edifici monumentali e i palazzi eleganti della città, i caffè storici sono i veri punti di riferimento di Vienna. I caffè viennesi sono ispirazioni per innumerevoli negozi di caffè in tutto il mondo e il Café Central è la più bella musa ispiratrice di tutti. Ospitato in un palazzo storico, è dotato di colonne di marmo, grandi lampadari e soffitti a volta che hanno accolto gli intellettuali dopo la fine del 19 ° secolo. Come è il caso della maggior parte dei caffè storici, ora accoglie per lo più turisti, ma è anche un’attrazione locale , offrendo musica classica dal vivo nel pomeriggio.

4. Cafe Imperial, Praga

Cafè Imperial Praga

Il Cafe Imperial di Praga è una caffetteria del tardo 19° secolo che ha portato all’apertura di vari grandi caffè in città. Mentre molti sono morti dopo la seconda guerra mondiale, altri sono sopravvissuti e il loro antico splendore è stato ripristinato. Café Imperial è il più grande esempio, noto come un gioiello in stile Art Deco ora incredibilmente riportato in vita. Il suo mosaico ornato e gli interni rivestiti di piastrelle rappresentano uno dei più incredibilmente belli soffitti del mondo per la prima colazione al mattino, il tè pomeridiano o per provare una selezione di piatti cechi.

5. Café de la Paix, Parigi

Cafè de la Paix Parigi

Il primo caffè del mondo si dice che sia nato a Parigi e che sia ‘Le Procope’, ma i più famosi coffee shop della città sono Café Flore e Les Deux Magots. Sono quelli che vengono esaltati in ogni guida e che vengono inondati dai turisti ogni giorno. Altrettanto turistico è il Cafè de la Paix, ma in questo veramente vale la pena avventurarsi in quanto ha il più splendido interno della capitale francese per quanto riguarda le caffetterie. Esso è stato costruito dallo stesso architetto del  Teatro dell’Opera visibile di fronte, con un soffitto decorato a stucco, pareti dorate e tavoli di marmo. Altrettanto monumentale sono i dolci, spesso scolpiti da designer locali.

Commenti