Berlino: i 5 falsi miti da sfatare

Qualche cosa da chiarire a riguardo della capitale tedesca.

di Giusy Scibelli 31 gennaio 2013 17:52

Tra le capitali europee più gettonate di questi anni, Berlino si è conquistata il suo bel posto d’onore. La città dei giovani, cosmopolita, ricca di fascino, intrisa di storia e cultura, nonchè di modernità e divertimento, attira in tutte le stagioni un cospicuo numero di turisti provenienti da tutto il mondo. Ci sono però da chiarire alcuni punti a riguardo della capitale tedesca, cinque falsi miti da sfatare su una delle città più belle d’Europa. 

1. Malgrado sia la capitale, Berlino è la “meno tedesca” delle città del Paese. Intendiamoci, il nostro riferimento è ad un tipico standard di organizzazione e pulizia caratteristico di altri centri teutonici. Non che possa essere paragonata ad una caotica e disordinata città italiana ma, Berlino è una metropoli grande, con molti cantieri ancora non portati a termine e, qualche volta, interessata da piccoli disservizi dei mezzi pubblici. Non è proprio la più rinomata tedesca per pulizia e puntualità, ma in compenso sulle piste ciclabili sono più tolleranti nei confronti dei pedoni distratti, rispetto ad altri ciclisti connazionali.

2. Berlino si è conquistata anche il titolo di capitale low cost. Certo, nei confronti di altri centri del nord Europa Berlino è la più economica, ma non si può proprio dire che non vi si spenda nulla. Ovviamente la spesa è sempre proporzionale alle esigenze personali ma, come un piatto a base di wurstel e patatine può costarvi davvero poco, molti ristoranti ed alberghi non sono poi così a buon mercato. Dobbiamo sempre dire che il low cost uno può sempre riuscire ad inventarselo!

3. Se non parlate tedesco e pensate che a Berlino vi andrà liscia anche parlando inglese, sappiate che non c’è da esserne proprio certi. Insomma, al centro i commercianti masticano l’inglese per esigenza, ma non tutti i cittadini berlinesi vi sapranno rispondere in inglese.

4. Alcuni dicono che Berlino sia la patria più indicata per gli artisti. In parte è vero se si pensa ai tantissimi spazi espositivi che sono disponibili in diverse zone della città, ma d’altro canto non vi sono poi così tantissimi Mecenati disposti ad acquistare le proprie opere. Quindi, laddove vogliate solo esporre, vi andrà molto bene, altrimenti c’è comunque da essere fortunati.

5. Berlino è la scelta ideale per chi vuole trovar lavoro? Prima forse era davvero così, ora un po’ meno, con il peso della crisi che si sente anche da queste parti. Chi non vanta proprio un curriculum super-referenziato, la strada è in salita. Meglio di qui, dite? Probabilmente è vero, ma anche qui abbondano stage gratuiti e lavoretti occasionali.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti