Le mete imperdibili del 2012. Ecco la top ten

di Giusy Scibelli 12 gennaio 2012 20:50

Il New York Times ha recentemente stilato la classifica delle 45 mete del mondo da visitare assolutamente nel 2012. Tutte scelte per motivazioni specifiche, oggi noi vi proponiamo la “top ten”, ossia le prime dieci mete promosse dal quotidiano statunitense.
E inoltre due soprese tutte italiane, posizionate all’ultimo e al sedicesimo posto.

10. L’Avana, Cuba.
I recenti cambiamenti voluti all’amministrazione Obama, ridimensionano la possibilità di viaggiare in questa terra, ampliando inoltre le licenze sui soggiorni resi disponibili. Non perdetevi inoltre la Biennale d’Arte Contemporanea che si terrà dall’11 Maggio all’ 11 Giugno.

9. Lhasa, Tibet.
Il luogo ideale per chi è in cerca del soggiorno di lusso, grazie alle strutture alberghiere di altissimo livello. Tra i possibili alloggi vi citiamo l’hotel a più di 12mila piedi dal livello del mare e la magnificente villa Lingtsang, la quale da ricca dimora privata si presenta ora come lussuoso albergo.

8. Patagonia Cilena.
Una meta d’obbligo per chi è in cerca del viaggio avventura, e non solo. Il Cile infatti vanta cime innevate, foreste pluviali e grandi parchi nazionali; di più recente origine sono alcuni hotel lussuosi della zona.

7. Tanzania.
La zona giusta per chi ambisce a fare un safari imperdibile. Tante zone da visitare quali la Fattoria Gibb, una caratteristica casette in prossimità della quale è possibile fare delle escursioni nel cratere di Ngorongoro, e l’ampia zona safari di Grumeti Singita.

6. Tokyo.
Purtroppo il disastro nucleare di Fukushima ha assestato un duro colpo all’affluenza turistica della città, ma al tempo stesso l’ha resa più accessibile e conveniente per i turisti dalle modeste disponibilità economiche, anche per prenotazioni last-minute, stanze in hotel e cene al ristorante.

5. Oakland, California.
Consigliatissima soprattutto agli amanti della vita notturna, grazie ai rinomati locali e cocktail bar, tutti rigorosamente sulla spiaggia. Da non perdere il Teatro storico Fox, riaperto nel 2009: il locale oggi vanta una gran fama per la sua musica in tutta la Bay Area.

4. Londra.
Come non citare la capitale britannica? Ma il 2012 la rende ancor più speciale grazie a degli eventi unici. Gli attesissimi Giochi Olimpici che tengono già la città con il fiato sospeso, la celebrazioni per il 60° anno di regno della Regina e inoltre la riapertura del Charles Dickens Museum, proprio in concomitanza con il 200 anniversario dalla nascita del grande autore. E ancora da non perdere, per gli amanti del maghetto più famoso del mondo, il Warner Bros Studio Tour che aprirà al pubblico gli studio di Harry Potter; probabile e atteso anche il ritorno dei Rolling Stones.

3. Birmania.
Questioni politiche l’avevano precedentemente esclusa dal turismo mondiale, ma ora è accessibile a tutti e mette a disposizione alberghi d’alto livello, spiagge incontaminate e un ricco patrimonio culturale. Consigli per i viaggiatori: ricordate che servono i visti e che inoltre quasi tutti gli acquisti vanno fatti in contanti.

2. Helsinki, Finlandia.
La parola chiave da conoscere se si visita questa città è “design”, non a casa è stata indicata per il titolo di World Design Capital per il 2012 . E questo è ciò che si respira ovunque, nelle 25 strade e 200 aziende che formano il Design District e nei due ristoranti arredati con elementi selezionati in nome del pure design: l’Olo e Chez Dominique. Inoltre non perdetevi gli eventi musicali che sono tenuti presso l’Helsinki Music Center

1. Panama.
Tante le motivazioni che la incoronano quale meta imperdibile per eccellenza. La prima è sicuramente la visione dell’assetto del famoso Canale, di cui è in progetto l’espansione nei prossimi anni. E poi come non citare la sua ricca varietà paesaggistica, l’arcipelago di Bocas del Toro e il suo caratteristico quartiere storico Casco Viejo con le sue gallerie, i cafè, i ristorantini alla moda. E inoltre Panama vanta alberghi da primato: il Panamera, che aprirà nel 2012, ossia il primo Waldorf Astoria del Sud America, il Trump Ocean Club, edificio più alto della regione, e il Biomuseo firmato Frank Gehry.

Due mete tutte italiane, che non rientrano nelle prime dieci località del 2012, ma per noi meritano un posto d’onore sono Firenze, culla del Rinascimento italiano, e la serena Portovenere. La prima, da sempre rinomata località turistica, negli ultimi s’è distinta per vivibilità e vivacità e per il grande sfruttamento dei palazzi storici per attività di interesse culturale e sociale. Vi segnaliamo, tra le tante iniziative per il 2012, la mostra “Americani a Firenze: Sargent e gli impressionisti americani”. Al 45° posto il New York Times piazza Portovenere, per le sue case color pastello, i piccoli sentieri caratteristici e quell’aria di tranquillità e vivibilità trasmessa da questo villaggio di pescatori.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti