FlyA, la prima compagnia low cost svizzera. Primo volo nel 2013

Una nuova compagnia aerea low cost, targata Svizzera. Si tratta della FlyA: primi voli in programma per il 2013

di Giusy Scibelli 14 giugno 2012 13:21

Le compagnie aeree low cost sono oramai una realtà pienamente consolidata, che ha saputo conquistarsi una buona fetta di mercato, riuscendo a competere anche con le più importanti compagnie di bandiera. Di recente è stata annunciata una prossima new entry nel settore low cost, questa volta proveniente dalla Svizzera: il suo nome è FlyA.

Secondo quanto affermato dalla rivista PME Magazine, la neonata compagnia dovrebbe muovere i “primi passi” nel 2013 e già si presume che darà un bel filo da torcere alle oramai affermate Ryanair e EasyJet. L’imprenditore Julian Cook, anche fondatore della vecchia FlyBaboo, si prepara per questo nuovo investimento. Servono ben 190 milioni di franchi svizzeri, equivalenti a circa 158 milioni di euro, per avviare questo nuovo modello di low cost per i voli a lungo raggio. Positive le dichiarazioni di Cook alla rivista: “Il business plan che abbiamo sviluppato é in grado di offrire alcuni voli intercontinentali per meno di 100 franchi (83 euro) svizzeri “- ha affermato l’imprenditore- “Noi auspichiamo , in una prima fase da  cinque a sette anni, che ci  si concentra su voli da nove fino a dieci ore tra le diverse capitali europee e nelle principali città della costa orientale degli USA

Un piano che si apre alle opportunità di Parigi, Londra, Montreal, New York City, Boston, Miami. La flotta sarà inizialmente dotata di tre Airbus 330. Se i fondi riescono ad essere “racimolati” si riucirà a partire per il 2013. Insomma FlyA si prepara a seguire la strada le cui fondamenta sono state messe da Ryanair e EasyJet, perseguendo l’idea dei voli a prezzi stracciati, in cui tutti gli altri servizi opzionali risultano a pagamento.
Non ci resta che attendere lo “start” di questa nuova compagnia e valutare in vesti di passeggeri, magari. Ci risentiamo nel 2013!

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti