Il taxi diventa hotel, a Londra

Un'esperienza indimenticabile di soggiorno in una vettura dai colori olimpici

di Monia Ruggieri 20 luglio 2012 14:22

C’è fermento a Londra. Città cosmopolita per eccellenza, mai dormiente e sempre attiva, in questo periodo, complice l’avvicinarsi della data di inizio dei famosi giochi olimpici, è addirittura più frenetica e “pimpante” del solito. Se anche voi avete pensato bene di visitare la città britannica in concomitanza con i giochi olimpici 2012, che saranno inaugurati tra meno di dieci giorni, ecco l’articolo che fa per voi!

Siete eccentrici, innovativi, sempre attenti alle novità e poco avvezzi alla piatta normalità? Allora non potete perdervi il soggiorno nel taxi. Ebbene, un certo David Weekes, questo il nome del proprietario del taxi, ha trasformato la propria vettura in una piccola, ma confortevole camera d’albergo, dotata di diversi e particolari confort: dal comodo materasso singolo “memory”, von tanto di cuscino e lenzuola a tema ( sui giochi olimpici ovviamente), alle tendine colorate dei finestrini, passando per un frigo-bar eco friendly, alimentato ad energia solare. Per i più pretenziosi e tecnologici lampade al neon sul comodino e ipod incorporato. E per i più soli e “coccolosi” vi è il morbido Teddy-Bear, ovviamente in stile britannico, che vi renderà più piacevole e meno solitaria la vostra notte.

Tanti i vantaggi e i servizi offerti dal signor Weekes, infatti egli stesso verrà a prendervi in taxi in qualunque punto della città voi siate e vi condurrà a dormire ovunque voi vogliate trascorrere la notte, ovviamente purché non sia presente un divieto di sosta! Cosa ne pensate di dormire avendo il Big Ben o le rive del Tamigi avanti ai vostri occhi? E’ tutto possibile, a patto di pagare 50 sterline a notte.

Particolare da non sottovalutare: il servizio hotel offerto dal taxi è prenotabile soltanto nelle ore in cui Weekes non è di turno. Inoltre la vettura può ospitare soltanto una persona alla volta, essendo monoposto. Nonostante ciò, si tratta comunque di un’esperienza divertente e fuori dal comune, dai colori e sapori olimpici.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti