Kenya: uno spettacolo di natura. Ecco cosa vedere

di Giusy Scibelli 12 Marzo 2012 10:00

Un luogo in cui il contatto con la natura diventa totale, questo è il Kenya. Un Paese che offre una varietà di bellezze naturalistiche senza paragoni, incontaminate e spettacolari. Se vogliamo esprimerci in termini di numeri dobbiamo dire che il Kenya vanta ben 22 parchi nazionali, 28 riserve, 4 parchi marini nazionali e 6 riserve marine. Tutto conservato e gestito dal Kenya Wildlife Service (KWS) che si occupa di tutelare i parchi in ogni loro aspetto, dai turisti all’habitat naturale.
Unica l’esperienza di incontrare, presso uno di questi parchi, almeno uno dei Big Five (leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo).

Uno dei luoghi più belli da visitare è Masai Mara, una riserva faunistica sita nella pianura di Serengeti. Siamo al confine con la Tanzania e questa riserva, il cui nome è dovuto al popolo Masai e al fiume Mara, è nota per l’elevata concentrazione faunistica nonchè per il fenomeno di migrazione di gnu e zebre che si verifica nei mesi di aprile e ottobre.

Il Kenya presenta molte zone umide specialmente concentrate nella Rift Valley, giusto di poco sopra l’equatore.
Tra queste c’è Lake Bogoria dove si possono ammirare i meravigliosi fenicotteri rosa: in questa zona si concentra il numero più elevato di questa specie.
In alcuni posti si possono invece ammirare i suggestivi fumi emessi dai gayser e le sorgenti calde d’acqua. Da vedere c’è anche Lake Baringo, un lago ospitato nell’antico cratere di un vulcano: in questo ambiente trovano dimora ben 470 specie di uccelli.
Baringo è uno dei pochi laghi kenioti ad acqua fresca, assieme a Lake Naivasha.
Quest’ultimo, situato a ben 1.890 metri di altezza, è circondato da una palude nella quale vivono numerosi ippopotami; siamo giusto all’ingresso dell’ Hell’s Gate National Park.
Un tempo Lake Oloiden faceva parte del Naivasha, ora forma invece un piccolo specchio d’acqua dal color rosato, dati i numerosi fenicotteri rosa che sopraggiungono per nutrirsi delle tantissimi alghe del lago.

Per concludere sappiate che un viaggio in Kenya non dovrebbe prescindere, in alcun modo, da un meraviglioso safari.

Commenti