A cena gratis (o quasi)? Da Bon Jovi!

Il locale solidale del noto cantante

di Monia Ruggieri 27 Agosto 2012 16:35

Chi non ha mai sognato di poter mangiare gratis o, come accade nei film americani, di consumare un’abbondante pasto e dichiarare di non poter pagare avendo la carta di credito al verde? Di solito con questi furbetti si usava la tecnica secondo la quale chi non voleva o non poteva pagare, andava direttamente in cucina a … lavare i piatti! Ebbene non si tratta di un film, ma accade proprio questo al Soul Kitchen, noto ristorante del  New Jersey. Infatti qui la regola generale è che chi mangia, poi aiuta i cuochi e camerieri nella gestione del locale per un’ora. Ovviamente si tratta di una sorta di cucina solidale, che permette davvero a chiunque di poter mangiare, anche a chi, in realtà, non potrebbe permetterselo.

Il ristorante, situato in particolare a Red Bank è famoso anche perché il suo fondatore è una star del rock internazionale: stiamo parlando dell’energico e scalpitante rocker Jon Bon Jovi. Ma non è tutto: tante sono le particolarità che vi sorprenderanno se doveste andare al numero  207 di Monmouth Street. Infatti chi entrerà e mangerà nel ristorante potrà versare una mancia di appena 10 dollari (o superiore per chi può permetterselo) da lasciare a fondo cassa per tutti colori i quali non hanno abbastanza denaro per mangiare e devono, quindi, prestare il loro aiuto all’interno del ristorante.

Si tratta di un’iniziativa piuttosto insolita e decisamente sorprendente, tanto da lasciarci credere che Bon Jovi non compia meraviglie soltanto calcando un palcoscenico. La sua idea di base è solidale, incentrata ad aiutare chi ha più bisogno, rivolgendosi alla comunità del luogo e coinvolgendola nel proprio progetto. Dunque non soltanto cibo, ma anche cordialità, affabilità, attenzione verso i più bisognosi, e con la possibilità di fare nuove conoscenze e stringere nuove amicizie.

Un progetto decisamente da imitare. Sentito Italia? Potremmo dare una bella risposta!

Commenti