Barcellona e Sitges: tra cultura catalana e film fantasy

di Giusy Scibelli 23 settembre 2011 11:11

 

Barcellona, una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo, è una medaglia dalle mille facce. Vibrante, allegra e magnificamente intrisa di storia e cultura, è uno di quei luoghi di cui è difficile stancarsi.
Pochi sanno che è sede, dal 1968 ormai, del più importante e più “vecchio” (contando ben 43 edizioni) festival dedicato alla cinematografia fantasy. Il Sitges, Festival Internacional de Film de Catalunya, è il nome del particolare evento che si tiene abitualmente nel mese di ottobre. 
Il festival all’inizio non fu concepito come competizione: nasce infatti come Settimana Internazionale di Film Horror e Fantasy, ma negli anni ’70 si diventa l’occasione per premiare i film più acclamati del genere. Oggi è l’evento cinematografico per antonomasia della Catalogna e ogni anno attira tutti gli amanti, non solo del fantasy, ma anche di tutte le nuove tecnologie applicate al cinema. Gli artisti ospiti sono ogni anno di un certo calibro, volendo citarne solo alcuni: Sir Anthony Hopkins, Jodie Foster, Cameron Diaz, Viggo Mortensen,Quentin Tarantino e Ralph Fiennes.
L’evento avrà il via il 6 Ottobre e proseguirà fino al 16 Ottobre; saranno note sul web i luoghi dove si svolgeranno le proiezioni e il programma completo dell’evento.

Una volta che sarete “pieni” di film horror, fantasy, o simili, rimettete i piedi a terra e visitate le città!
Barça è un bel mix di cose da non perdere. La Rambla, la via principale, è passaggio obbligato di tutti i turisti che ogni anno affollano la città e che vi condurrà, attraversando la “Rambla de les Flores“, regno dei fiorai catalani, al  “Mercado della Boqueria“, il più grande mercato di tutta la città (qui potreste gustare un freschissimo frullato di frutta ed essere serviti da donne in costumi tipici).
Mentre camminate in città abbiate cura di guardarvi intorno, potreste imbattervi improvvisamente in una delle tantissime opere firmate Antoni Gaudì. C’è chi si reca a Barcellona con la sola intenzione di conoscere a fondo l’arte di questo bizzarro personaggio dell’architettura: Gaudì vi apparirà quasi come un intermediario tra il mondo reale e il mondo fantastico, con le Case Pedrera e Battlò e l’imperdibile Park Guell. L’opera più nota e che lo impegnò fino alla morte, è l’emblematico Tempio Espiatorio de la Sagrada Familia, oggi simbolo architettonico della città. Fermatevi qualche minuto a contemplare la facciata, riuscirete a scorgere la storia di Gesù narrata alla maniera di Gaudì, con dei giochi di forme, simboli ed ombre senza precedenti.
I quartieri principali e storici sono il Barrio Gotico, un intreccio di vicoli e stradine in cui si respira l’aria di una Barcellona popolare,  e il Barrio Raval, oggi luogo di tendenza e d’incontro nonchè  sede del Museo d’Arte Contemporanea.
Assolutamente da non perdere: la Cattedrale di Santa Eulalia, il Museo Picasso e il Tibidabo, quest’ultimo è un monte alto 512 metri dal quale ammirerete una vista mozzafiato della città immergendovi in un percorso naturale  che vi condurrà fino al parco divertimenti più antico d’Europa.
Se desiderate invece un’atmosfera particolare e più moderna recatevi presso una delle tante spiagge di Barcellona: ad Ottobre molto spesso sarete baciati da un sole “caliente”, che non solo vi consentirà qualche ora di piacevole relax in spiaggia ma anche di mangiare qualche specialità tipica presso gli intimi ristorantini che popolano la zona.

Insomma, cari viaggiatori, Barcellona, è una favola “fantasy” che non si finisce mai di scoprire…questo è un buon periodo per cominciare/continuare a farlo! Il Sitges è un evento di fama mondiale e Barça è un buon punto d’incontro per ogni forma d’arte e diletto!

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti