Budapest: cosa non perdere

di Monia Ruggieri 5 marzo 2012 15:42

Nel cuore dell’Europa, Budapest si presenta come un felice amalgama di culture e tradizioni che la rendono una città vivace e cosmopolita. Vestigia romane e medievali, edifici barocchi, art nouveau, panorami spettacolari e le terme, già note ai tempi dei Romani e dei Turchi, o lo straordinario labirindo sotterraneo che collega grotte e spelonche in un sistema complesso e unico in Europa, donano a Budapest un fascino particolare, che uguaglia e a volte supera la bellezza di molte città europee e orientali.

Vediamo insieme cosa non perdere durante il vostro soggiorno in questa magica località:

Palazzo Reale, sede di alcuni tesori d’arte dell’Ungheria. L’imponente palazzo domina il quartiere della Fortezza di Buda e si affaccia sul Danubio con un fronte lungo 304 metri. Le origini del palazzo risalgono al Duecento, quando Bèla IV fece costruire una roccaforte dotata di una torre e di mura difensive. Oggi ospita la Galleria Nazionale Ungherese, il Museo Storico di Budapest e la Biblioteca Nazionale.

Bastione dei pescatori, costruzione in ricordo della cospirazione dei pescatori e delle tribù magiare. Il Bastione neoromanico, anch’esso posto nel quartiere della Fortezza di Buda, fu costruito tra il 1895 e il 1903 per celebrare il millenario della città. Le sette torri rappresentano le sette tribù magiare con le statue dei loro capi.

Chiesa di Màtyàs, la chiesa cattolica più bella e famosa di Budapest. Anche chiamata Nostra Signora del Castello, riveste una grande importanza storica. Fu non soltanto il luogo dell’incoronazione di Carlo Roberto D’Angiò, ma anche quello della proclamazione dello stato nazionale ungherese nel 1867.

Isola Margherita, situata in mezzo al Danubio nella parte settentrionale della città e collegata alla terraferma da due ponti, è il parco più bello della capitale. Originariamente formata da tre isole e luogo di ritiro religioso, conserva le rovine dei monumenti antichi scampate alle distruzioni turche.

Galleria Nazionale Ungherese, 100.000 opere f’arte per conoscere la storia culturale ungherese. I quattro piani del museo in questione occupano dal 1975 i tre edifici principali del Palazzo Reale di Buda. La galleria è stata inaugurata nel 1957 e raccoglie le opere provenienti da collezioni private e pubbliche, ordinate in sei esposizioni permanenti.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti