Le città d’arte preferite dagli italiani

Culle d'arte e di storia

di Monia Ruggieri 17 ottobre 2012 15:59

L’Italia è il Paese dell’arte e della cultura per eccellenza, su questo non ci piove. Ecco perché moltissime guide o diversi presentatori vi trasmissioni inerenti la storia del Belpaese, della sua arte e della sua cultura invitano i signori turisti a farsi un giro nella nostra terra, prima di organizzare viaggi all’estero. Non vi è borgo in Italia che non vale la pena di essere visitato.

Poi è ovvio che ci sono città e cittadine dove l’arte e la cultura la fanno da padrona, e queste godono quindi di una bellezza e di un valore ineguagliabile. Ma quali sono le città d’arte della nostra penisola (e non solo) preferite proprio dagli italiani? Questa è la domanda che si è posto Hotels.com, un sito leader nella prenotazione di alberghi e hotel online. Il sito ha infatti ideato un sondaggio al quale hanno risposto gli utenti che ogni giorno militano proprio su quel portale. Quali sono le vincitrici? Al primo posto l’artistica Firenze, al secondo la città capitale della Francia, Parigi, e al terzo, la città eterna nonché capitale d’Italia, Roma.

Il 23% degli intervistati ha espresso la propria preferenza per Firenze, città culla del Rinascimento e della lingua d’Italia, e città che certamente custodisce l’arte migliore sia italiana che internazionale. A prescindere dai vari musei, tra tutti occorre ricordare gli Uffizi, Firenze è un museo a cielo aperto. Ponte Vecchio, Palazzo Pitti, Piazza della Signoria sono solo alcuni dei luoghi più rinomati ed artistici della città.

Secondo posto, invece, per la città dell’amore, Parigi. Con il 19% dei voti, la città francese si è guadagnata il podio d’argento. Come non citare il Louvre o il Musée d’Orsay, passando per le numerose gallerie degli artisti di Montmartre.

Terzo posto, ma sempre medaglia d’eccezione, alla capitale d’Italia, Roma. Scelta dal 17% degli intervistati, regala dei panorami da mozzare il fiato. Dai musei Vaticani a Villa Borghese.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti