Le città più viziose

Le capitali dei vostri peccati. Quale preferite?

di Monia Ruggieri 9 maggio 2012 17:59

Abbiamo già parlato della capitale dell’eros, Dongguan, città cinese che vanta dei numeri davvero da capogiro: 300.000 prostitute, 25.000 locali (tra bar e discoteche) a luci rosse e un giro di affari settimanale di ben 70.000 milioni di euro. Ma parlando dei vizi capitali, non è soltanto la lussuria a primeggiare. Tanti infatti sono i vizi della popolazione mondiale, tanti (quasi) quanti sono i locali e le città che permettono di dar sfogo ai propri piaceri proibiti.

Secondo la guida Lonely Planet queste di seguito sono le città della trasgressione e di quei piccoli piaceri proibiti a cui ogni tanto cediamo (o vorremmo cedere!):

Las Vegas. Ovviamente è la prima presa in considerazione, città degli eccessi e delle sregolatezze è la città, forse, più viziosa del mondo: basti pensare ai numerosi casinò dedicati ai giochi d’azzardo per gli amanti dell’ebrezza data dal rischio del gioco, agli hotel più grandi e belli del mondo e ai ristoranti e locali che allietano le serate di turisti e locali con affascinanti spogliarelliste. Cosa volere di più?

Il Cairo. Per gli amanti del fumo. Qui potrete assaporare la famosa shisha, la nota e conosciutissima pipa ad acqua fumata specialmente dagli uomini egiziani. Ordinate un hagar, che in arabo significa pietra, di tabacco agli odori (magari ai frutti) e condetevi un momento di relax e assoluto piacere, magari accompagnando quello speciale momento con del tè o del caffè.

Jaipur. Se il vostro vizio è cedere al lusso più estremo, allora non potete non pernottare al Raj Palace, uno degli hotel più chic e raffinati del mondo. E se proprio non volete badare a spese, prenotate la Shahi Mahal Presidential Suite, il cui prezzo si aggira intorno ai 30.000 euro a notte.

Se il vostro unico vizio è quello della gola, come resistere alla Chocolate Variation? Il dolce più costoso del mondo, servito addirittura su un piatto d’oro del tutto commestibile. Alla faccia della dieta. E del portamonete, aggiungerei!

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti