Le migliori spiagge naturaliste italiane

Amanti della tintarella integrale? Le spiagge naturaliste e nudiste fanno al vostro caso! Scopriamo dove sono in Italia.

di Monia Ruggieri 12 aprile 2012 14:52

“Per questanno non cambiare stessa spiaggia stesso mare” cantava Mina qualche anno fa. Ma se quest’anno volessimo cambiare zona? Magari cambiare proprio tintarella. Voi come preferite prendere il sole? C’è chi preferisce avere un’abbronzatura dorata senza lasciare segni visibili del costume sul corpo o chi preferisce il costume intero, chi il bikini o il topless.

Che dire, invece, della tintarelle integrale? Negli ultimi anni anche in Italia si è diffusa la moda del nudismo, forse proprio grazie ai turisti del nord Europa, amanti dello stile naked. Se amate il naturalismo o il nudismo allora non potrete perdervi la lista delle spiagge nudiste italiane autorizzate.

Marina di Camerota, Salerno. Sicuramente una delle spiagge più belle del Cilento, ha infatti la certificazione avallata dalla Bandiera Blu. La spiaggia è frequentata soprattutto da turisti francesi e tedeschi. Raggiungerla è semplicissimo: basta prendere la superstrada tra Palinuro e Marina di Camerota e girare dopo la seconda galleria, seguendo le indicazioni date dai cartelli stradali.

San Vincenzo, Livorno. Immersa nel Parco Naturale di Rimigliano, è stata frequentata da nudisti e naturalisti già a partire dagli anni ’60. E’ frequentata anche da famiglie che si concedono delle giornate di relax. Per arrivare a destinazione bisogna percorrere la Strada della Principessa, verso Populonia. E’ preferibile parcheggiare l’auto al Podere del Nido dell’Aquila: la spiaggia dista circa 7-8 minuti di camminata.

Spiaggia di Guvano, La Spezia. A differenza delle altre, per arrivare in questa spiaggia occorre attraversare un tunnel, citofonando e pagando qualche spicciolo; altrimenti se siete particolarmente agili ed esperti potrete affrontare un sentiero ripido. Questa spiaggia nudista fa parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Jesolo, Venezia. La spiaggia nudista in questione è chiamata Laguna del Mort. Soltanto dal 2011 ha ottenuto l’autorizzazione al nudismo e al naturalismo, nonostante le numerose polemiche. E’ frequentata soprattutto da famiglie francesi. A disposizione degli ospiti la doccia ed il bagnino, ma soltanto durante il fine settimana.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti