L’incanto dei borghi piemontesi

I cinque borghi più belli del Piemonte. Tutti da scoprire e, ovviamente, visitare.

di Monia Ruggieri 20 aprile 2012 11:43

Tra le destinazioni vacanziere preferite del periodo primaverile, sicuramente c’è il Piemonte. Si tratta di una regione del nord Italia nella quale vengono apprezzati anche i borghi più piccoli, e non soltanto le località e le città più conosciute e rinomate.

A poche settimane dall’uscita del volume I borghi più belli d’Italia, nella nuova edizione 2012, ecco quali sono le cinque meraviglie del Piemonte, ovvero i cinque borghi più belli; tutti da visitare, apprezzare e, ovviamente, da fotografare per regalare qualche scatto di magia e natura anche ai propri amici e familiari.

Mombaldone, immerso nella meraviglia dei calanchi, è il solo borgo situato nella Langa Astigiana dotato ancora  della sua cinta muraria originale. Il piccolo borgo è essenzialmente diviso in due parti, divise dalle rovine di un fiabesco castello costruito nel XIV secolo, dotato di gallerie e passaggi segreti. La prima parte è quella più antica e medievale, mentre la seconda è più moderna ed è stata costruita intorno alla stazione ferroviaria.

Garessio, il quale è un borgo storico. Da visitare assolutamente le numerose costruzioni medievali di notevole interesse, come: Porta Rose, una torre antica che ad oggi custodisce una galleria d’arte privata e la sede del palazzo comunale, dotato di un’altissima torre quadrata con orologio annesso.

Neive, anche qui vi sono particolari antichi e medievali. Ad esempio, Casa Cotto, un’antica abitazione risalente agli inizi del XIII secolo; oppure la Torre del Monastero risalente addirittura al X secolo ed è stat costruita in stile romanico.

Ostana, nato sul versante della valle del Po, gode di una bellissima vista sul Monviso. Ad oggi è poco abitato, quindi è il luogo ideale per piccole escursioni, magari in moto.

Candelo, dove ammirare Ricetto, la meravigliosa fortificazione costruita tra il Duecento e il Trecento, dalla pianta pentagonale e con un perimetro di circa 470 metri. Un tempo veniva utilizzato come deposito per i loro prodotti agricoli, o come rifugio in caso di guerra.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti