Praga, la “città magica”: itinerario di tre giorni

di Giusy Scibelli 28 ottobre 2011 15:13

Magica, a tratti tenebrosa ma allo stesso tempo romantica: stiamo parlando della meravigliosa capitale della Repubblica Ceca, Praga. La città, il cui centro storico è stato incluso tra i patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, oggi è una delle capitali europee di maggior interesse turistico, sia d’estate che nel periodo invernale.
Si consiglia di trascorrere almeno tre giorni in questa città per scoprire almeno qualcuno dei tanti volti che essa può assumere.
Noi vi proponiamo appunto un itinerario di tre giorni, per visitare ed apprezzare i luoghi più frequentati dai viaggiatori.

1° giorno: Dovreste senza dubbio iniziare dalla Piazza Vecchia, anche nota come Piazza dell’Orologio, dove appunto troneggia maestoso l’orologio astronomico, situato sul Palazzo del Municipio.
Qui vi ritroverete ad ammirare il gotico della Chiesa Ty e la statua di Jan Hus, riformatore. Partendo da questa piazza potreste avventurarvi tra le tante strade che conducono nel cuore di Praga, fra cui la Melantrichova che vi porterà fino alla grande Piazza Venceslao. Vi consigliamo di procedere alla visita della Parte Piccola della città, zona chiamata Mala Strana, caratteristica per l’intreccio di vie dal gusto barocco e rinascimentale, fino alla Chiesa di San Nicola che divide in due parti il quartiere. Potreste collegare il vostro tour per Mala Strana con la visita al ghetto ebraico, noto come Josevof, dove visse anche lo scrittore Franz Kafka, di cui è ancora presente la casa. Non perdetevi il malinconico cimitero ebraico, con le lapidi disordinate e quasi sovrapposte, quasi il simbolo degli spazi stretti in cui gli ebrei erano costretti a vivere in città.
Ponte Carlo, il grandissimo ponte attraversato dal Moldava, è uno di quei posti che forse vorreste visitare più volte: meraviglioso e imperdibile lo spettacolo che offre di sera con la vista del Castello illuminato.

2°giorno: Di mattina prendendo i tram 22 o 23 e scendendo a Pohorelec vi ritroverete nella zona al di sopra del Castello. Prima di procedere con la visita alla fortezza e tutto ciò che comporta vedere il Castello, vi imbatterete nel monastero di Strahov e nel Santuario di Loreto, che vi consigliamo di non perdere. Giunti al Castello, oltre che godere di una vista senza pari della città, scoprirete questo luogo suggestivo e minaccioso al tempo stesso, luogo storico in cui si intrecciano storie vere e leggende fantastiche. Nel Vicolo d’Oro, dove si dice che gli alchimisti cercavano di trasformare il metallo in oro, si erige la gotica Cattedrale di San Vito, emblema della religiosità ceca. Scendendo dalla collina del castello, prendete la via Nerudova, che vi condurrà a Malostranské náměstí, centro del cosiddetto Quartiere Piccolo. Concedetevi allora una piacevole passeggiata in questa parte caratteristica.

3°giorno: Senza dubbio l’ultimo giorno è sempre quello dedicato all’acquisto dei souvenir e alla rassegna delle altre cose da vedere. Qui potreste seguire le vostre preferenze e scegliere ciò che più vi aggrada. Senza dubbio Praga gode di una florida eredità culturale: Galleria Municipale e Museo Nazionale e tanti altri centri ospitano opere meravigliose di ogni epoca e stile.
Un edificio particolarissimo che potreste ammirare è la Casa Danzante, un’opera architettonica dedicata alle star danzanti del cinema Fred Astaire e Ginger Rogers, progettata dall’architetto F.O.Gerhy: le forme dinamiche e sinuose di questo palazzo ricordano proprio il movimento di due ballerini. Se volete portare a casa un souvenir sicuramente unico, dovreste scegliere un caratteristico Cristallo di Boemia di tutte le forme e dimensioni o le tipiche marionette in legno e/o matriosche.

Iniziate a godervi le meraviglie di Praga dando uno sguardo alle immagini a seguire.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti