Titanic: dopo 100 anni parte il suo clone

A 100 anni dal Titanic è partita da Southampton la nave "clone", tra atmosfere anni '20 e cerimonie commemorative

di Giusy Scibelli 10 aprile 2012 12:43

Cent’anni sono trascorsi da quandoil più grande transatlantico fino all’ora esistito, lo storico Titanic, partì dall’Inghilterra alla volta dell’America. Quest’anno la nave Balmoral, costruita in memoria del Titanic, è salpata da Southampton per un viaggio volto a commemorare la tragedia, ma non solo.

Un’atmosfera anni ‘2o si è respirata alla partenza, con tanti di cappellini e fazzoletti alla mano. Il porto di destinazione è sempre quello di New York ma la nave, a differenza di quella di 100 anni fa, potrà contare sulle più moderne tecnologie che agevolano di gran lunga la predizione di qualsiasi ostacolo in mare. Ben 1.309 passeggeri, sicuramente benestanti data le cifre esorbitanti sborsate per ripercorrere lo storico viaggio: pensate i biglietti sono costati dai 3.390 a 7.265 euro! In cambio mangieranno gli stessi piatti, cammineranno sui ponti ispirati al colosso del mare, balleranno sulle stesse musiche suonate da un’orchestra: tutto sarà reso in perfetto stile anni ’20.

L’operatore Miles Morgan Travel ha affermato: “Ci sono voluti cinque anni per preparare questo viaggio in modo che sia il più autentico possibile per un omaggio a coloro che hanno perso la vita”.
Tra i tanti passeggeri, moltissimi sono coloro che discendono dagli allora passeggeri del Titanic. La nave è partita da Southampton e s’è diretta verso Cherbourgnel a nordovest della Francia e Cobh, nella costa meridionale dell’Irlanda. La prossima tappa è il cuore dell’Atlantico, dove si raggiungerà il punto in cui il Titanic si inabissò: qui saranno tenute, rispettivamente alle 23.40 e alle 2.20 (orari in cui la nave colpì l’iceberg e poi sprofondò), due cerimonie commemorative.

Philip Littlejohn, uno tra gli 800 discendenti degli allora passeggeri, pronipote del sopravvissuto Alexander James Littlejohn, ha affermato entusiasta: “Sono certo che mio bisnonno sarebbe orgoglioso di sapere che la sua storia verrà condivisa tra i partecipanti di questa crociera storica. Quando raggiungeremo il luogo del relitto, dove il mio bisnonno lasciò il Titanic remando a bordo della scialuppa numero 13, sarà un momento emozionante”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti