Wanderama Lazio Tour: il miglior modo per visitare la Tuscia

di Redazione 15 Febbraio 2022 15:24

Ricca di fascino, risorse naturalistiche e misteri, la Tuscia è una delle aree più incantevoli del nostro Paese. Proprio per questo motivo il territorio sta attraendo anno dopo anno un crescente numero di turisti e proprio per tale ragione si sono moltiplicate le iniziative che cercano di valorizzare il patrimonio naturalistico e artistico di questa parte del Lazio.

Tra i più interessanti e innovativi non possiamo non citare l’iniziativa portata avanti dal Wanderama Lazio Tour, a cura dell’Associazione giovanile MEG, progetto vincitore del bando VitaminaG nell’ambito del programma regionale GenerAzioniGiovani.it. Ma di cosa si tratta?

L’obiettivo di Wanderama e la scoperta della Tuscia

Come intuibile, l’obiettivo di Wanderama Studio – con il supporto attivo dell’agenzia di comunicazione e marketing I SAY – è quello di favorire la conoscenza dei migliori luoghi del Lazio, dando visibilità a tutte le province e anche ai territori più nascosti e meno battuti dai grandi flussi turistici.

A conferma di tale ambizione, il primo episodio del progetto si è concentrato proprio sulla Tuscia e sulla possibilità di esplorare il ricchissimo patrimonio culturale, turistico e enogastronomico.

Un video per esplorare la Tuscia

Nel filmato già reso disponibile sul canale YouTube di Wanderama quattro videomaker (Matteo, Massimo, Eugenio e Tommaso), visitano il piccolo borgo di Sant’Angelo: un esempio di rivitalizzazione di successo nella Tuscia, considerato che il luogo era a rischio abbandono ed è gradualmente diventato il cuore di un evento artistico di grande rilievo, con creativi da tutto il Lazio che sono qui giunti per valorizzare le bellezze del posto.

Tra gli altri luoghi toccati dal tour della Tuscia troviamo anche Celleno, la città che muore: un piccolo centro arroccato nella provincia di Viterbo, sopra uno sperone di tufo, considerato un borgo fantasma. Non molto lontano si erge Calcata, il borgo degli artisti.

Naturalmente, in questo tour non poteva non mancare una tappa a Viterbo, così come la sagra della castagna di Vallerano, il bosco del Sasseto a Torre Alfina, il parco dei mostri a Bomarzo, Civita di Bagnoregio. Un ventaglio di alternative che possono arricchire qualsiasi tour, e che meritano di essere visitate e rivisitate durante il proprio viaggio nella Tuscia.

Tanti motivi per scoprire la Tuscia

Insomma, grazie al Wanderama Lazio Tour è ben possibile scoprire – o riscoprire – quanto siano affascinanti queste zone, con la storia e la tradizione plurisecolare che i borghi qui presenti possono fornire. Un fascino unico nel suo genere e, per giunta, facilmente apprezzabili: essendo distanti pochi chilometri da Roma, possono essere visitate con grande praticità, sia in un tour organizzato che in una gita fuori porta organizzata all’ultimo minuto.

Per quanto concerne Wanderama Lazio Tour, invece, non possiamo che esprimere apprezzamento per l’iniziativa creativa di questo gruppo di giovani e invitare tutti coloro i quali fossero interessati a saperne di più sulle bellezze della regione a seguire le loro prossime avventure attraverso il canale ufficiale Instagram o la pagina Facebook. Siamo certi che le novità non tarderanno ad arrivare in favore di tutti gli appassionati di viaggi!

Commenti