Gli aeroporti considerati più pericolosi

Alcuni scali sono visti di cattivo occhio dai principali vettori.

di Valentina Cervelli 14 aprile 2016 10:28
aeroporti più pericolosi

E’ inutile negarlo: l’allerta terrorismo è alta in tutto il mondo. E vi è una lista di aeroporti considerati i più pericolosi dalle compagnie aeree. Scopriamoli insieme: essere preparati ad ogni evenienza, anche se solo teoricamente, non arreca nessun danno.

Non si tratta di una vera e propria lista nera ma è ciò che ci si avvicina di più al momento. Questi scali vengono considerati pericolosi e quindi la permanenza al loro interno più controllata di quanto si facesse un tempo. Essi sono suddivisi tra Europa, Asia e Africa, e riguardano spesso luoghi fortemente trafficati per turismo. Sharm El Sheik, Bruxelles, Mogadiscio. Ed ancora Beirut ed Il Cairo per citarne solo alcuni.  E’ evidente che i luoghi dove il terrorismo ha colpito o che si trovano in vicinanza di zone colpite dalla guerra non siano ben viste dai differenti vettori che coprono le tratte.

Le autorità assicurano spesso che non vi sia nulla di cui preoccuparsi e che la situazione sia sotto controllo grazie a controlli rinforzati. Questo avviene per fare in modo tale che il turismo non ne risenta e che la gente continui a prediligere alcune mete nonostante la minaccia terroristica in atto. Ma è comprensibile avere paura. Ed è soprattutto logico notare che le compagnia aeree tendano  gestire le tracce più calde con quel pizzico di sicurezza in più che conceda a piloti e passeggeri di potersi muovere in sicurezza.

Il passeggero non deve temere di spostarsi: per quanto “incidenti” possano occorrere, essi sono una rarità che non deve condizionare le possibilità di volo.

Photo Credit | Thinkstock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti